La qualità maggiore di un buon medico è un'estrema capacità di attenzione, perché la medicina è sopra ogni altra cosa un'arte dell'osservare

Contatti

Roma Piazza N. Longobardi 3, Tel: 06 51607592
email: dottluigiturinese@gmail.com

lunedì 25 gennaio 2010

sabato 23 gennaio 2010

Rivista di Psicologia Analitica: Tracce di Jung



Curatore: L. Turinese
Ed.: Gruppo di Psicologia Analitica
Roma 2007
Nuova serie n.23
Volume 75/2007
€ 20,00

"Dedicare un numero monografico della Rivista di Psicologia Analitica a Jung è operazione doverosa e insieme impossibile, tante sono le interfacce offerte dalla pluralità di interessi del Maestro di Küsnacht.

Impossibile soprattutto se si tentasse di essere esaustivi. Ho scelto pertanto, al dischiudersi del XXI secolo, di ravvisare alcune delle tracce lasciate dal passaggio di questo ingombrante e non sempre conciliante personaggio.

In questa ricognizione appassionata mi hanno sostenuto compagni di viaggio generosi e capaci, grazie ai quali sono riuscito a intravedere almeno alcune delle direzioni cui le suddette tracce portavano: Sonu Shamdasani, Mario Trevi, Stefano Carta, Piergiacomo Migliorati, Luciano Perez, Augusto Romano, Ferruccio Vigna, Giovanni Rocci."

(Luigi Turinese, dall'editoriale After the Big Bang della rivista)

venerdì 22 gennaio 2010

Contributo su: Filosofia della medicina. La malattia che si cura di sé


AA.VV.
I libri di Montag,
Ed.: Manifestolibri
€ 18,00
Anno: 2001

Il sesto volume della collana Montag concentra la sua attenzione sui problemi logici, epistemologici ed etici della scienza medica, sia nella sua prassi scientifica che nella sua attività clinica.
Gli autori, come viene affermato nell'Introduzione, si sono soffermati su alcuni concetti fondamentali, riportando le varie esperienze che contraddistinguono i loro campi di studio (filosofia e vari campi della medicina).

Il contributo di Luigi Turinese - dal titolo Il concetto di modello reattivo come strumento ermeneutico: oltre l'omeopatia - presenta alcune considerazioni sulla causa di una malattia, definendo l'impossibilità di definirla in modo deterministico ed univoco ed evidenziando la funzione fondamentale della relazione terapeutica.

(da una recensione di Fabrizio De Luca su il giornale di filosofia)

Contributo su: Il male. Categoria morale, patologia psichica, realtà umana




Curatore: C. Widmann
Ed.: MA.GI.
ISBN: 9788874870059
Anno: 2009 € 18,00
Pagine: 224
Formato: 14.5x21


In questo saggio la psicologia del profondo scruta il lato oscuro della psiche, dove la follia confina con la malvagità.

Tra gli altri, il contributo di Luigi Turinese - dal titolo Le forme estreme di manipolazione corporea tra perversione e occasione individuativa - indaga su una gamma eterogenea di esperienze che, perseguendo il superamento del limite, attingono stati alterati di coscienza.

Libro: Caro Hillman... Venticinque scambi epistolari con James Hillman



Curatori: Mondo R., Turinese L.

Ed.: Bollati Boringhieri
Collana: Saggi. Psicologia
ISBN:8833914364
ISBN-13:9788833914367
Anno 2004 € 26,00
Pagine: 238

Alcune tra le voci significative della psicologia analitica e della cultura italiana scrivono a James Hillman - figura prestigiosa e carismatica di filosofo e analista junghiano - presentandogli ricordi personali, interrogativi, proposte, poesie e persino un ritratto, ma anche perplessità ed espliciti dissensi.

L'iniziativa di raccogliere in volume queste lettere, con le risposte di Hillman, intende stimolare un dibattito su che cosa può significare, oggi, rifarsi al pensiero e all'insegnamento di Jung; più in generale, quale psicologia e quale psicoterapia possono aiutarci ad affrontare i problemi dell'individuo e della società nel mondo attuale.

.

Libro: Hahnemann. Vita del padre dell'omeopatia. Sonata in cinque movimenti



Autori: Turinese L., De Torrebruna R.
Editore: E/O
Collana: Vite narrate
Anno 2007
€ 15.00
ISBN: 8876417575
ISBN-13: 9788876417573
Pagine: 149


La vita di Samuel Hahnemann, il padre dell'omeopatia, è il viaggio vertiginoso di uno sperimentatore votato a rinnovare l'intero apparato della medicina dei suoi tempi e, forse, dei nostri.

Per raccontarla è stata composta una sonata in cinque movimenti, alla maniera di Mozart, suo contemporaneo, in cui lo spartito si divide idealmente in due.
Da una parte gli squarci in diretta di alcuni dei momenti più significativi della sua biografia, un'intrusione nel suo mondo privato, nelle sue passioni e nei suoi pensieri, quasi il diario intimo di un ricercatore accerchiato dalla Storia.
Dall'altra, la cronologia dei passaggi cruciali delle sue scoperte, la nascita dell'omeopatia e il percorso del suo sviluppo descritti in modo essenziale, ma con un corredo accurato di documenti e di citazioni originali.

Sull'onda della polemica che ciclicamente mette in discussione l'efficacia dell'omeopatia e dei suoi rimedi, questa biografia tratta in modo assolutamente nuovo l'argomento e presenta Hahnemann non solo come un pioniere del metodo scientifico, ma come un precursore della medicina olistica.

.

Libro: Biotipologia. L'analisi del tipo nella pratica medica



Autore: L. Turinese

Ed.: Tecniche Nuove
I Edizione, Anno: 1997
II Edizione, Anno: 2006
Prezzo € 16,90
Pagine 127
Formato: 17x24




L'autore traccia una bozza d’interpretazione globale del terreno che tenga conto dei più recenti sviluppi della psico-neuro-endocrino-immunologia.

La seconda edizione si arricchisce di un’appendice in cui viene proposta una tesi originale, secondo cui lo studio del proprio tipo potrebbe fare parte del percorso individuativo, ovvero di quella ricerca della propria “vocazione” che costituisce il compito più naturale e al tempo stesso più elevato dell’essere umano.

La tesi viene elaborata all’interno del contesto di ricerca della psicologia analitica di estrazione junghiana, della quale l’autore è esponente.

Fino a cinquant’anni fa, nell’ambito degli studi di Medicina era impartito l’insegnamento della Scienza delle Costituzioni Umane. Poi, il silenzio.
Eppure, in quella scienza erano racchiusi secoli di osservazioni cliniche. Luigi Turinese, omeopata, psicologo e formatore, si propone di recuperare quel prezioso patrimonio.

La parte centrale del libro, la più corposa, è dedicata al fertile incontro tra la biotipologia e la medicina omeopatica, grazie al quale si perviene a una maggiore finezza diagnostica e a una più agevole individualizzazione della terapia.

Leggi un'anteprima di Biotipologia. L'analisi del tipo nella pratica medica su Google libri


Libro: Il farmacista omeopata



Autore: L. Turinese

Ed.: Tecniche Nuove
Anno 2002
€ 35,00
Pagine 322


La piena integrazione della medicina omeopatica dovrà svolgersi su tre piani: una corretta informazione del pubblico e una completa formazione delle due classi professionali implicate, quella dei medici e quella dei farmacisti.
L’importanza di quest’ultima è difficilmente trascurabile.
Non di rado i farmacisti sono infatti il referente ultimo dei pazienti, che chiedono loro l’imprimatur definitivo dell’operato del medico. Essi sono inoltre in prima linea, anche fisicamente, a fronteggiare le prime richieste del pubblico.

Avendo la grande responsabilità di indirizzare e di consigliare il paziente, il farmacista merita dunque ogni considerazione. Chiamato com’è ad aggiornarsi anche su tematiche sulle quali si assiste a una latitanza pressoché completa da parte dei responsabili della formazione, il farmacista guarda con aperta curiosità all’affermarsi di realtà complementari a quelle convenzionali.

È il caso appunto della medicina omeopatica, la cui affermazione di pubblico va di pari passo con il pericoloso diffondersi di una pletora di terapie “alternative” che poco hanno a che spartire con la geniale intuizione di Hahnemann.

Uno degli scopi del presente volume è quindi innanzitutto quello di fornire precise conoscenze sull’evoluzione storica e metodologica della medicina omeopatica.
Segue una sezione nell’ambito della quale, con rigoroso inquadramento per apparati, vengono indicate le possibilità di intervento da parte del farmacista.
Una Materia Medica sintetica, ma riguardante tutti i farmaci indicati nella II sezione,completa l’opera, che ha l’obiettivo dichiarato di formare una figura professionale emergente: quella del farmacista omeopata.


Guarda l'intervista sul libro, il 07.04.2003 su Telesalute



Leggi un'anteprima di Il farmacista omeopata su Google Libri

Libro: Modelli psicosomatici. Un approccio categoriale alla clinica



Autore: Turinese L.

Titolo: MODELLI PSICOSOMATICI
Sottotitolo: Un approccio categoriale alla clinica
ISBN: 9788821430909
settembre 2009
€ 45,00
Pagine: 272
Rilegatura: Brossura
Formato: 15x23

L’attenzione alla malattia ha messo spesso in ombra l’attenzione al malato e proprio in questa zona d’ombra il ruolo della medicina omeopatica può essere determinante nel recupero della dimensione globale e umanistica da sempre appannaggio della clinica.

La medicina omeopatica contemporanea si inserisce in un contesto profondamente cambiato rispetto a quello dei due secoli trascorsi o anche soltanto dell’ultimo quarto di secolo.

Secondo l’autore, quindi, sono maturi i tempi per la definizione dei criteri di una Medicina Integrata, che permetta di creare le basi di una riforma culturale e scientifica che allarghi gli orizzonti della medicina.

Contenuti
1. Dalla patologia alla clinica 2. Il paradigma psicosomatico: storia e sviluppi 3. L’omeopatia come medicina a paradigma psicosomatico 4. Il concetto di tipo in medicina5. Dal tipo sensibile al modello psicosomatico: proposta di revisione della tipologa sensibile omeopatica - Appendice 1. Note per un approccio integrato alla sindrome climaterica - Appendice 2. Medicina di genere: perché?

Leggi un'anteprima di Modelli Psicosomatici - Un approccio categoriale alla clinica su Google libri: