La qualità maggiore di un buon medico è un'estrema capacità di attenzione, perché la medicina è sopra ogni altra cosa un'arte dell'osservare

Contatti

Roma Piazza N. Longobardi 3, Tel: 06 51607592
email: dottluigiturinese@gmail.com

venerdì 26 gennaio 2018

Presentazione Calendario CeMOM 2018 "HAHNEMANNIANA", Roma 15 Febbraio 2018



CeMON Presidio Omeopatia Italiana
in collaborazione con 
Fondazione Negro Museo dell'Omeopatia Roma
invita a:


presso il Museo dell’Omeopatia Fondazione Negro
Piazza Navona, 49 - Roma
Giovedì 15 Febbraio 2018 ore 18,00

 La partecipazione è libera. Si prega di confermare la propria presenza via mail a info@cemon.eu o telefono 081-3951888 (ore 9-14) 

ALLA PRESENTAZIONE PARTECIPERANNO:

il Prof. Francesco Eugenio Negro - Direttore del Museo dell’Omeopatia Roma
il Prof. Paolo Negro - Fondazione Negro Museo dell’Omeopatia Roma
il Prof. Gennaro Rispoli - Direttore del Museo delle Arti Sanitarie – Ospedale degli Incurabili Napoli
il Dott. Francesco Marino - Presidente per l’Italia LMHI (Liga Medicorum Homoeopathica Internationalis) e Vicepresidente F.I.A.M.O. (Federazione Italiana Associazioni e Medici Omeopati)
il Dott. Pietro Federico - Direttore Accademico Scuola di Medicina Omeopatica I.R.M.S.O. – Roma
il Dott. Luigi Turinese - Medico chirurgo, omeopata e psicoterapeuta
  
È PREVISTO UN APERITIVO

Nell’occasione sarà presentata l’ultima e importantissima acquisizione del Museo dell’Omeopatia, il ritratto di Hahnemann realizzato nel 1838 dalla seconda moglie Melanie d’Hervilly Gohier.


Museo dell’Omeopatia, Piazza Navona, 49- Roma 
Tel. +39 338.70.09.947 



martedì 23 gennaio 2018

L'ombra, il segreto e la trasgressione nelle non-monogamie etiche - Incontro con Luigi Turinese, Roma, Sabato 3 Febbraio 2018


L'ombra, il segreto e la trasgressione nelle non-monogamie etiche

Luigi Turinese

 Incontro tematico organizzato dall'Associazione R.Eti. Relazioni Etiche non-monogame


Sabato 3 Febbraio 2018
ore 16 / 20
Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli
Via Efeso 2A
00146 Roma

Quella parte di noi che rifiutiamo, che non vogliamo guardare, che giudichiamo sconveniente e, a volte, che sentiamo aliena, ma che ci accompagna costantemente: questa è l’Ombra. 
Non riconoscerla, staccarla dalla corporeità e dall’affettività, dalle scelte e dai desideri, porta a trascinarla in percorsi sotterranei, alimentata da vissuti e proiezioni, per poi esplodere tanto imprevedibilmente quanto rovinosamente. 
Ma cosa c’entra l’Ombra con il Poliamore, il consenso, il segreto, la trasparenza? 
Nell’ambito del poliamore e delle non monogamie etiche, la scelta di relazioni autodeterminate, prive di sovrastrutture fossilizzate, porta alla continua sensazione di aver perso l’orientamento, nel costante tentativo di costruirne uno nuovo.
Una risposta facile alla perdita dell’orientamento è quella americana, con una crescente produzione di saggi che tentano di fornire risposte ma si indirizzano verso il normativismo o il pragmatismo, riducendo la complessità dei vissuti ad aspetti manualistici. Comincia a sentirsi la mancanza di una riflessione europea, che tenga conto della molteplicità delle componenti.
Ne parliamo con Luigi Turinese, medico e psicanalista junghiano ma, soprattutto, come ama definirsi, “psicofiliaco”, amante della Psiche, in quello che vuole essere un contributo europeo alla complessità dell’argomento.